Calabrolombardi: a Milano riapre l'ufficio regionale di via Broletto - Area Locale News - Calabria
Area Locale News  
Scrivi alla redazione di Area Locale per richieste o suggerimenti Scrivi alla redazione di Area Locale per richieste o suggerimenti Scrivi alla redazione di Area Locale per richieste o suggerimenti 
 














 

  
 
Home >> 1° piano >> News
altre n e w s

Red Passion Summer a Papanice  

A breve festa della Madonna della Difesa a Scandale  

Vino Frisio di Termine Grosso per il Merano WineFestival  




__ f o r u m  __
 

Calabrolombardi: a Milano riapre l'ufficio regionale di via Broletto


Amedeo

Una serie di eventi positivi ha visto in questi giorni protagoniste le associazioni calabresi in terra lombarda.

Lo scorso 19 febbraio a Milano gli esponenti dei circoli calabresi, alla presenza del Governatore Agazio Loiero, si sono dati convegno presso l’Ufficio regionale calabrese di Milano di via Broletto, per salutarne la riapertura dopo un periodo di stasi: erano chiusi  dal settembre del 2008 i locali dell'ufficio di rappresentanza, per mancanza di fondi, senza il personale della Regione Calabria. 

L'ufficio di via Broletto sarà d'ora in poi cogestito dal Consrzio Servizi Regionali (CO.SE.R.) Calabria, diretto da Walter Fonte, e dalla FEIACC (Federazione Italiana Associazioni e Circoli Calabresi)  presieduta da Amedeo Vilardo (foto sopra, accanto a Loiero).

"E’ stato raggiunto l’obiettivo di realizzare una 'Casa Comune' calabrese in terra lombarda" ha sottolineato Salvatore Tolomeo, presidente dell’Associazione Calabro Lombarda.

E, per parte sua, il governatore Loiero ha tenuto a rimarcare che "Non riapriamo la sede perché siamo alle soglie delle votazioni regionali - ha detto  - il motivo sono le 'rampogne' che ho ricevuto nello scorso novembre proprio dalle vostre organizzazioni..."  e giù a discettare su chi sono i calabresi dentro e fuori della Calabria e dove vogliono andare.

Forse è in onore della terra mano greca del crotonese che i battenti dell’ufficio regionale calabrese di Milano  sono stati aperti con la pubblicizzazione e distribuzione di gadget della riserva marina di Isola Capo Rizzuto di Crotone.

Significative le parole di auspicio espresse da Amedeo Vilardo della FEIACC, che ha ringraziato i presenti e lo stesso Presidente Loiero per quanto fatto.

E’ intervenuto anche il Presidente del Consiglio Comunale milanese  Manfredi Palmeri che dopo un escursus partito sin dal terremoto del 1908  e del contributo dato dalla gente lombarda alla ricostruzione delle città di Reggio Calabria e di Messina.

Per parte sua Walter Fonte  presidente CO. SE.R. Calabria, nonché segretario regionale  Confartigianato calabrese, ha ricordato come Milano e la Lombardia tutta può essere trampolino di lancio per la Calabria anche in prospettiva di EXPO 2015  richiamando il progetto “MILANO” di Alessandro Garofalo, della delegazione crotonese dell'Associazione Calabro Lombarda ed Heritage Calabria Alto marchesato.

Nel pomeriggio e nel villaggio Calabria della fiera di Milano, in occasione della BIT  è stato proiettato il docufilm “Emigrante" realizzato in collaborazione con la cittadina di Amendolara.

Hanno preso la parola: il giornalista Giuseppe Romeo, Vilardo,  Salvatore Tolomeo  e l’Assessore regionale  calabrese Guagliardi, nonché il regista Marco O. Graziano che ha spiegato la trama del docufilm e come si è giunti alla sua realizzazione; un altro episodio dell'epopea calabrese nel mondo, un docufilm ambientato tra Calabria, Argentina e Genova.

Il sindaco  Mario Melfi di Amendolara ha moderato il dibattito, che a volte si è fatto anche polemico; principalmente quando si è toccato il tema della viabilità calabrese, vera palla al piede per il turismo nella regione.

Adriatour

Da menzionare infine l'iniziativa di giorno 16 febbraio organizzata dal gruppo CONDOR Viaggi alla fiera di Lugano, dove ha presentato i propri itinerari fra i quali anche quelli calabresi forniti dalla provincia di Crotone con la collaborazione dell’ Associazione Calabro Lombarda crotonese ed Heritage Calabria.

Nello specifico a Lugano sono stati presentati itinerari di nicchia e specialistici che vanno dal turismo religioso, di ritorno, nonché culturale, enogastronomico  e sociosanitario.   E’ emersa la necessità di avere anche strutture specifiche per  ciò che viene chiamato “Primo soccorso”, a disposizione di eventuali necessità che possono  avere bisogno i turisti che vengono in Calabria.

[AlVal]

[26.02.2010]

 

 

 Milano via Broletto fotografie incontro Casa dei Calabresi




 Commenta  Segnala  Stampa

5005

Area Locale Forum

 

leggi le discussioni recenti nel forum