Il Respiro della Sila, a Roma - Area Locale News - Calabria
Area Locale News  
Scrivi alla redazione di Area Locale per richieste o suggerimenti Scrivi alla redazione di Area Locale per richieste o suggerimenti Scrivi alla redazione di Area Locale per richieste o suggerimenti 
 














 

  
 
Home >> 1° piano >> News
altre n e w s

Crotone Oksana Svekla apre Stagione Concerti Beethoven Acam   

Sblocco turn over nella sanità: intervento del consigliere regionale Orsomarso  

Torna Forza Italia a Scandale  




__ f o r u m  __
 

Il Respiro della Sila, a Roma


Roma mostra il respiro della sila palazzo orsini
Una installazione nella mostra "il respiro della Sila"

Piazza Campo de’ Fiori nelle vicinanze, l’architettura semicircolare del Teatro dei Satiri a un passo, ed eccoci arrivati davanti al Centro Studi Cappella Orsini (venerdì 4 maggio, ore 19:00, via di Grottapinta 21, Roma). Ci aspetta una raffica di suggestioni e riflessioni. Il tema dell’incontro è il «Turismo culturale in Italia» e rientra nella rassegna «Il Respiro della Sila» che rafforza la collaborazione della Soprintendenza per i Beni storici, artistici ed etnoantropologici della Calabria con il Parco nazionale della Sila, collaborazione suggellata lo scorso anno, a Cosenza, dalla mostra fotografica «Sila Dono Sovrano».

Appena entriamo nel Centro Studi, ci troviamo immersi nella ricostruzione creativa di un bosco. Vediamo uno spazio pieno di tronchi di alberi. Su ciascun tronco c’è un’immagine della Sila. Della Sila d’altri tempi. Ci troviamo, infatti, di fronte a una collezione d’epoca che tiene insieme fotografie di famiglie nobili del Crotonese. Scorgiamo, tra le tante, una foto di Umberto di Savoia del ’39 con Clementina Berlingeri Lucifero e Giuseppina Galluccio Hepaissen. È Maria di Napoli Rampolla a guidare quest’escursione tra i fusti d’albero-portafoto sospesi nella prima sala del Centro Studi. Accanto al repertorio di foto d’epoca, allestito secondo la trama dei boschi, ritroviamo anche immagini contemporanee, sparse qua e là.

Al primo piano, poi,  incontriamo Roberto D’Alessandro che ci racconta la sua scoperta di Mattia Preti, uno dei grandi maestri del ’600 originario di Taverna. Da questa passione verso il pittore calabrese vissuto nell’ultima parte della sua vita a Malta è scaturito uno spettacolo teatrale, scritto diretto e interpretato dallo stesso D’Alessandro.

Con una tela di Mattia Preti sullo sfondo, ascoltiamo la conversazione sul «Turismo culturale in Italia» tra il direttore del Centro Studi Cappella Orsini, Roberto Lucifero; la presidente dell’Ente Parco nazionale della Sila, Sonia Ferrari; il soprintendente per i Beni storici artistici ed etnoantropologici della Calabria e dell’Umbria, Fabio De Chirico; la caporedattrice centrale della rivista «Touring» del Touring club d’Italia, Isabella Brega; la critica d’arte, Elena Paloscia.

Se gli interventi del direttore del Centro Studi Orsini e della presidente dell’Ente Parco della Sila sottolineano l’importanza per il turista di ricercare la cultura del luogo che visita, Fabio De Chirico evidenzia che la mostra non è una mostra di paesaggio ma di interpretazione del paesaggio e punta il dito sulla «difficoltà della Calabria di uscire fuori», di rompere l’isolamento. Al soprintendente per i Beni storici, artistici ed etnoantropologici della Calabria e dell’Umbria pare «impensabile che il paesaggio venga recepito soltanto come dato naturalistico», perché esso diventa vivo attraverso le persone che lo abitano. E sono «le emozioni» che i luoghi suscitano, secondo Isabella Brega, a dover fare da bussola al Turismo culturale. Infine, la critica d’arte, Elena Paloscia, pronuncia la parola «viaggiatori» e si sofferma sullo spazio da assegnare alla possibilità di non avere soltanto pacchetti di viaggi preconfezionati, ma di creare strumenti d’informazione per vari tipi di turismi carati sulle specificità del territorio. Due esempi apicali in Calabria? Longobucco per la tessitura e Bisignano per i liutai.

Due luoghi-chiave, aggiungiamo, che producono oggetti di cultura materiale da continuare a valorizzare.

[FMM]

[07.05.2012]

 

fmm_rocco_lagana_Sila_Dono_Sovrano-0001.jpg  fmm_rocco_lagana_Sila_Dono_Sovrano-0002.jpg  fmm_rocco_lagana_Sila_Dono_Sovrano-0003.jpg  fmm_rocco_lagana_Sila_Dono_Sovrano-0004.jpg  fmm_rocco_lagana_Sila_Dono_Sovrano-0005.jpg 




 Commenta  Segnala  Stampa

15578

Area Locale Forum

 

leggi le discussioni recenti nel forum